Le basi dell'illustrazione: un trampolino per spiccare il salto

banner_basi_illustrazione.jpg

a cura di Anna Castagnoli
CORSO PER TUTTI
19 giugno - 24 giugno 2017

Quando:
dal lunedì al venerdì 09.30 - 18.45, sabato 9.30 - 12.00
Dove: Centro Sociale di Rugolo (fraz. di Sàrmede), via Rugolo - 31026 Sàrmede (TV)
Contributo richiesto: 370€
Termini per le iscrizioni: le iscrizioni saranno accettate nei limiti dei posti disponibili.

Al termine del corso, una giuria ABI premierà l'allievo più meritevole con una Borsa di studio A.B.I - Festival della Cultura Creativa del valore di 370€ valida per la partecipazione ad uno dei corsi primavera-estate della Scuola Internazionale d'Illustrazione

foto_poesia_forme3_copia.jpg

Descrizione del corso 
Questo corso intende fornire delle basi solide per poter realizzare dei disegni e delle illustrazioni efficaci, capaci di emozionare e coinvolgere lo spettatore.
Si pensa sempre che la spontaneità nel disegnare sia bloccata da misteriose forze avverse, quando spesso, il solo blocco che ci impedisce di disegnare liberamente, è quello di non dominare con sicurezza la pagina bianca. E di non aver chiaro cosa vogliamo comunicare.
Partendo dal disegno da vero all’aperto e dall’ascolto delle nostre emozioni mentre disegniamo, arriveremo a realizzare delle illustrazioni in un modo nuovo
.L’illustrazione ha alcune caratteristiche precise che la differenziano dagli altri linguaggi visivi: più che con la pittura, ha parentele con il cinema e con il teatro. È spesso leggera, incompleta, lieve come un fotogramma. È un passaggio di tempo. Capiremo insieme come rendere un’immagine “lieve” e in movimento. Come dare la sensazione che sia uscita dalle nostre mani senza sforzo.

Lavoreremo con tecniche veloci, dove è possibile sbagliare e correggere il disegno senza rifare tutto da capo, in modo da esercitarci nella costruzione della scena, negli effetti di profondità di campo, nei toni del colore e nelle sfumature delle diverse espressioni del personaggio in tutta libertà; ritrovando il piacere di creare.
Nella seconda parte del corso, dopo aver acquisito la sicurezza di illustrare una scena, lavoreremo sul personaggio (bambina/o; donna/uomo; animale antropomorfizzato). Impareremo come farlo muovere, agire, esistere e stare in relazione ad altri personaggi dando la sensazione al futuro lettore che tutto avvenga per necessità interne alla storia che stiamo raccontando: fino ad essere credibile, palpitante, vivo (uno degli errori più comuni quando si illustra è quello di mettere i personaggi “in posa” come per una fotografia).
La bellezza di un’illustrazione non è un fatto estetico, ma empatico. 

Alla fine del corso l’alunno tornerà a casa con un bagaglio di conoscenze che lo faranno sentire più sicuro al momento di realizzare un’illustrazione: per un concorso, per un portfolio o un progetto libro da presentare a un editore, o anche solo per il gusto di disegnare più liberamente, dominando consapevolmente la composizione e la pagina bianca.


Argomenti che verranno trattati
Studio di tre diverse tecniche pittoriche: grafite e Liquin; monotipia; pastello sciolto e collage.
Dal disegno dal vero all’illustrazione: la sintesi stilistica.
I colori primari, complementari e i toni cromatici.
La prospettiva e i piani sovrapposti: la profondità di campo.
La composizione e gli equilibri della pagina.
Il tempo: come dare l’illusione nell’immagine che i personaggi avanzino e il tempo passi.
Le immagini in sequenza: come articolare diverse immagini per dare una sensazione di continuità temporale.
La traduzione delle emozioni nel gesto del disegno.

A chi è rivolto il corso
Il corso è rivolto a chiunque desideri approfondire il linguaggio del disegno e dell’illustrazione. È un corso base, ma non è rivolto solo a principianti. Capita spesso di andare avanti per mesi e anni a disegnare e ritrovarsi con la sensazione di aver bisogno di riprendere tutto da capo, di rifare le fondamenta.
Fotografi, illustratori, artisti plastici, illustratori professionisti o aspiranti, ma anche studenti o persone che stanno iniziando a muovere i primi passi nel mondo del disegno e vogliono scoprire tutti i segreti dell’illustrazione.
Possono partecipare al corso ragazze e ragazzi (capaci di affrontare sette ore di classe al giorno) e adulti.
Ogni allievo verrà seguito individualmente a partire dal suo livello di partenza. 

Per prepararsi a questo corso (facoltativo)
Allenarsi nel disegno dal vero almeno una volta a settimana. Su un piccolo quaderno. Allenarsi a disegnare gli spazi usando solo campiture di colore o pezzi di collage (senza linee).

Materiali
Per il disegno: Matite di grafite di diversa durezza (Esempio: una B e una 2B e una 4B), gomma, temperino, forbici, taglierino, colla stick, colla vinilica, telefonino carico (per fotografare i lavori prima di incollarli), 2 squadrette, un rotolo di scotch di carta.
Uno straccio di cotone (vecchio fazzoletto) per stendere il colore o asciugare il pennello.
Per il colore: pastelli a olio, matite colorate, un tubetto di acrilico colore a scelta + un tubetto acrilico colore bianco (anche tubetti piccoli. La marca migliore è Heavy Body della Liquitex. Gli acrilici in barattolo di solito hanno troppa colla e non vanno bene).
Due pennelli piatti da acrilico e un pennello tondo da ferramenta (tipo quelli per gli stencil).
Per la monotipia: Due o più pastelli a olio neri (se possibile marca Van Gogh).
Per il collage: riviste vecchie, giornali, carta colorata o da pacchi che avete in casa, ritagli, pezzi di vecchie carte da pacchi. L’importante è che le superfici non siano troppo lucide e non riflettano la luce.
Carta: fogli di carta da schizzi di formato simile all’a4 (se avete album più grandi potrete poi tagliare i fogli). Qualche foglio liscio bianco a4 (o dimensione simile) definitivo per la bella. Spessore almeno 120 grammi/m2
(In generale, la migliore carta per qualità/prezzo è la Canson Illustration –Bd, Manga, Comic. Ma anche gli album Fabriano normali per scuola vanno bene).
Molto importante: portate 1 foglio A3 di cartoncino bristol nero. E 2 o 3 fogli di cartoncino bristol neri formato a4.
Un barattolo di Liquin Winsor & Newton. 

Info e iscrizione ai corsi

castagnoli_basidellillustrazione

Anna Castagnoli è nata a Versailles (Francia) da genitori italiani. Si è laureata in Filosofia Estetica con una tesi sulla percezione delle immagini. Appassionata di letteratura, storia dell’arte, psicanalisi infantile, a trent’anni ha scoperto nel libro illustrato un universo capace di riassumere tutti i suoi interessi. Nel 2004, dopo aver frequentato alcuni corsi estivi a Sarmede, ha iniziato una fervida attività come illustratrice, scrittrice e critica di libri per ragazzi.
Oggi i suoi libri sono pubblicati in molti paesi. In Italia, è pubblicata da Topipttori e Logos; i suoi racconti sono stati illustrati da grandi nomi dell’illustrazione contemporanea, come Susanne Janssen, Gabriel Pacheco, Isabelle Arsenault, Carll Cneut.
Dal 2008 cura un blog di studi e ricerca sull’illustrazione: LeFiguredeiLibri.com, che diventa presto un punto di riferimento per gli addetti al settore e per molti giovani illustratori. Come critica, collabora con enti, associazioni, riviste internazionali.
Nel 2014 è stata giurata della prestigiosa Mostra degli Illustratori della Fiera del Libro di Bologna. Ha da poco pubblicato Manuale dell'illustratore con Editrice Bibliografica, una guida completa al mestiere di illustratore. Attualmente vive e insegna illustrazione a Barcellona.
www.annacastagnoli.com
www.lefiguredeilibri.com

ABI - Associazione bancaria italiana
L’Associazione bancaria italiana è una associazione volontaria senza finalità di lucro che opera per promuovere la conoscenza e la coscienza dei valori sociali e dei comportamenti ispirati ai principi della sana e corretta imprenditorialità, nonché la realizzazione di un mercato libero e concorrenziale. 
L’ABI – quale Associazione volontaria di banche e intermediari finanziari - è estranea all’attività bancaria compiuta dai propri Associati, non possiede banche dati relative ai rapporti bancari intrattenuti con la clientela e non riceve alcuna comunicazione da parte delle autorità, comprese quelle di vigilanza.
www.abi.it

Festival della Cultura Creativa
È il primo festival diffuso e pervasivo sul territorio italiano. È stato ideato dall’ABI con l’intento di avvicinare i bambini e i ragazzi alla cultura e di stimolarne la creatività, ricorrendo a energie attive nel territorio di appartenenza di ogni banca aderente: scuole, associazioni culturali, musei, biblioteche ecc. Un festival diffuso in quanto presente sul territorio nazionale, ovunque una banca aderirà e pervasivo, perché coinvolgerà tutte le persone che ruotano intorno ai bambini e ai pre-adolescenti: famiglie, operatori culturali, insegnanti, artisti, generando un coinvolgimento capillare.
“Il buon viaggio – muoversi e crescere tra i sentieri dell’arte, della scienza e della creatività” sarà il tema dell’edizione 2017 e il filo conduttore che legherà tutte le iniziative. i potranno sperimentare e considerare diverse dimensioni del viaggio, come ad esempio viaggiare nell’arte e alla scoperta dei processi creativi degli artisti oppure viaggiare con la fantasia tra i libri e le storie già scritte oppure da inventare...
www.culturacreativa.it

Crediti immagini: immagini inedite di Anna Castagnoli